domenica 18 giugno 2017

Giuda di Amos Oz

      Quando comprai  Ogni mattina a Jenin che parlava di Palestinesi, decisi subito che mi serviva un contrappeso ebraico e così la mia scelta cadde su questo libro di Amos Oz.

     Siamo nella Gerusalemme del 1959 e il giovane Shemuel Asch decide di abbandonare l'Università per una delusione d'amore. Ha anche pochi soldi così accetta un lavoro a casa del vecchio Gershom Wald per tenergli compagnia. Nella casa vive anche Atalia, una donna non più giovanissima ma piena di fascino. La storia segue 2 piani paralleli: uno riguarda la vita dei protagonisti e il loro interagire; l'altro è attinente alle discussioni che i tre fanno sui problemi tra palestinesi ed ebrei, sul senso della
guerra, sulla figura di Gesù vista dagli ebrei e sul ruolo che ebbe Giuda in quella vicenda. Questo secondo piano è molto più interessante!! Veniamo a conoscere gli scritti di Giuseppe Flavio, di Agapio, di Shimon Ben Azai e di altri ebrei che hanno voluto screditare la figura di Gesù, visto che loro sono stati odiati di cristiani in quanto considerati assassini del figlio di Dio.

       Le argomentazioni dell'opera a favore di una o dell'altra tesi sono molto interessanti e per questo ne consiglio caldamente la lettura. Devo però dire che la vita che riguarda la vita, i drammi e i dilemmi dei protagonisti è, per me, stancante e fa smorzare l'entusiasmo per le altre pagine ben più interessanti 😓 L'opera manca inoltre di quel pathos che a me piace tanto, che ti fa stare incollato alle pagine finchè non hai finito di leggere tutto!!!! 

Leggetelo dunque, ma con la consapevolezza che quest'opera potrebbe deludervi o forse, voi potreste smentire me 💖💖

Moderazione Commenti

      Questo è un post di servizio 😀 si fa per dire 😉

Fatto sta che stamattina girovagavo su alcuni blog a leggere e a commentare e ho notato che pochissimi blogger hanno la moderazione dei commenti! Mi dispiace molto perché così vi perdete i commenti dei post più vecchi, anche di qualche anno fa 😉

      Io per esempio, se arrivo su un blog che mi piace e ne leggo vari post, ho voglia di scrivere commenti, soprattutto se si parla di libri o film... quelli non passano di moda, un commento va sempre bene anche se il post é di qualche tempo fa! Ma se non c'é la moderazione é quasi certo che il blogger non leggerá quel commento ed é un peccato 😯😯

   Poi non dite che non vi ho avvisati 💖💖💖💖

sabato 17 giugno 2017

Selma - La strada per la Libertà

      Siamo nel 1965, Martin Luther King ha già fatto il discorso del Sogno, ha vinto il premio Nobel per la pace, ma deve continuare la sua lotta per permettere agli afro-americani di votare. I negri hanno già ottenuto per legge il diritto di voto, ma viene loro impedito di recarsi ai seggi soprattutto negli Stati del Sud. Il reverendo King decide dunque di andare a Selma, una cittadina dell'Alabama, dove gli episodi di razzismo sono particolarmente elevati anche a causa del governatore razzista George Wallace che alimenta tali episodi. Si organizza una marcia che dovrà portare i cittadini di Selma, a cui se ne aggiungeranno molti altri, fino a Montgomery, la Capitale, per una protesta pacifica.......




      Questo film mi è piaciuto molto, ricco e intenso, pacato e allo stesso tempo passionale. Molto interessante vedere come una stessa lotta (in questo caso contro il razzismo e per i diritti dei neri), sia portata avanti in maniera differente. Scopriamo quindi che M.L King e Malcolm X, altra grande guida del popolo nero, erano praticamente nemici: per la non-violenza il primo; più rivoluzionario il secondo. Gli spunti di riflessione sono davvero tanti e commoventi. Consigliatissimo 💖💖

giovedì 15 giugno 2017

Hanno Perso Tutti!

       A 3 giorni dai risultati elettorali credo davvero di poter dire che queste votazioni sono state un fallimento. Ha vinto il candidato sindaco sostenuto da 8 liste di cui parlo qui. Una vittoria del 60% contro il 40% delle altre 4 liste, anzi! 3 e 1/2, visto che una era una micro-lista.

        In giro non c'é aria di festa... perché?
Perché dei 128 candidati ne sono stati eletti solo 10 che sonomper lo più li stessi che giá c'erano, quindi 118 delusi e rispettivi parenti e amici. Qualcosa é cambiato all'opposizione ma, a mio avviso, non conta molto 😈😇

         Un mio concittadino ha scritto un testo in cui offende uno dei presunti 3 trombati dicendo che non é stato in grado di fare una buona campagna elettorale. L'ho trovato di cattivo gusto sia perché offende pubblicamente una persona, sia perché non sembra accorgersi che hanno vinto i numeri: 128 con annessi amici e parenti contro 58, credo, e rispettivi sostenitori 😢😢

        La campagna elettorale non c'entra niente, anzi! Ce la potevamo evitare. Nessuno si é fatto convincere, la bravura o meno dei candidati non ha avuto alcun peso, tranne che in pochi casi riconoaciuti. Voto mio zio o chi mi ha fatto lavorare per i mesi estivi. 

     Chiudo ora definitivamente l'argomento campagna elettorale e ci ritroviamo nei prossimi giorni con qualcosa di più interessante 😀😀 Buon caldo a tutti 😉